Eventi e novità

Prima, durante e dopo il festival


Crepapelle

Febbraio 18, 2018

Sabato 24 Febbraio alle ore 17,30
CaLibro
è davvero felice di presentare a Città di Castello, grazie alla collaborazione di Libreria Gulliver e Artè

Crepapelle, l’ultimo libro di Paola Rondini.

Dialogheranno con Paola Rondini, Giovanni Pannacci e Daniele Piccini.
Vi aspettiamo tutti ad Artè in Via Sant’Apollinare a Città di Castello.

Paola Rondini è nata e vive a Città di Castello.I suoi romanzi sono: Miniature, I Fiori di Hong Kong – Editore Fanucci (Roma), Il salto della rana – Editore Fernandel (Ravenna) e Crepapelle – Editore Intrecci (Roma). Ogni mese un suo racconto breve esce nella rivista Wall Street International MagazineÉ presente, con un estratto da I fiori di Hong Kong, nell’antologia di italiano per scuole medie superiori Mondi ed esperienze – Editore Palumbo (Palermo), sezione Romanzo contemporaneo.

Crepapelle è la storia di Edo e delle sue frasi apparentemente senza senso che distribuisce una volta al mese agli automobilisti fermi al semaforo, distogliendoli dalla frenesia di un’altra giornata frettolosa.
È anche la storia di Giacomo, chirurgo plastico dal successo programmato con cura maniacale, per il quale, le parole di Edo diventano un elemento di disturbo che offusca l’occhio millimetrico e rende insicuro il bisturi.

La sua routine trionfale salta e,nell’esplosione, si frantuma anche la vita di una sua paziente, già sedata e pronta a ricevere la sua dose di futuro. Lei è Greta, una ragazza di cinquant’anni, fresca di divorzio e in corsa per la sua seconda chance.Da quel momento, per i due protagonisti niente sarà più come prima e niente tornerà al suo posto. Forse.

 

***


“Il disagio delle civiltà travolge i protagonisti un attimo prima che riescano ad accorgersene, e quindi a mettere in atto le consuete strategie difensive. Spaesati, esposti, minacciati, annientati da un istinto confuso. E poi atterriti, folli, reietti, bestiali. Abnormi e invisibili nello stesso tempo. Così ci si sente quando s’inceppa la routine del controllo.”

Michele Lauro, Panorama

 

“Un chirurgo estetico, una cinquantenne, un vecchietto che al semaforo distribuisce un misterioso documento firmato Crepapelle, il casuale contatto tra i tre innesca un
susseguirsi
di eventi che lascerà tutti trasformati.”

Michele Gravino, Il Venerdì

 

“L’intreccio si sviluppa seguendo il disegno esistenziale di ciascuno dei protagonisti, l’incrocio dei destini si fa sempre più affascinante, e solitario, una volta smosso dal
turbine del caos. Pensieri e ripensamenti, un mescolarsi di vite, di solitudini appunto, di psicologie, di fughe e di tentativi di comprendere l’accaduto: uno sviluppo che è
tutto da leggere. C’è grazia e profondità tra queste pagine, talento e stile. Pagine attraverso le quali sentire il mondo, pagine in cui immedesimarci.”

Cristiano Poletti, Poetarum Silva

 

“Attraverso una scrittura sapiente, ricca di immagini capaci di evocare emozioni e ricordi, Paola Rondini tesse la tela che interseca la storia dei suoi protagonisti e dei
suoi lettori, che si lasciano volentieri rapire da queste pagine.”

Angela Mattei, Osservatore Romano